IL MELOGRANO E I SUOI BENEFICI

Nell’area mediterranea, la melagrana è considerata il frutto per eccellenza, per le sue molteplici proprietà, già riconosciute in tempi mediamente antichi.

Lo stesso Ippocrate la definì come l’emblema dei frutti, ossia quello dotato naturalmente di proprietà medicinali.

Nelle radici e nei petali dei fiori del melograno sono contenuti i tannini e la pellettierina, ovvero delle sostanze indicate nella cura dei parassiti intestinali. Inoltre la scorza dei frutti ridotta in polvere, ha proprietà tenifughe e lenitive oltre che stringenti, mentre i semi fungono da diuretico.

Arilli di melagrana

Il frutto del melograno è ricco di acqua (circa il 70%), ha un contenuto medio di carboidrati (10%), la percentuale delle proteine e dei lipidi risulta molto bassa, ma allo stesso tempo la melagrana è fonte di sali minerali (ferro, potassio, zinco, fosforo, magnesio, sodio e calcio), di vitamine (B, A, C, E e K) e di fibre; è facile affermare che tale frutto può soddisfare fino al 20% dell’intero fabbisogno giornaliero pur avendo pochissime calorie, circa 60 kcal per 100 grammi, ecco perché lo troviamo indicato nelle diete ipocaloriche.

Il succo di melagrana è ricco di vitamine, proprio per questo risulta essere un toccasana contro il raffreddore ed è ottimo per rafforzare il sistema immunitario.

Uno studio condotto nel 2010 dall’Università della California, il cui focus era il carcinoma prostatico, mammario e polmonare, ha evidenziato come le sostanze contenenti nella melagrana, soprattutto gli acidi grassi coniugati e gli acidi idrossibenzoici, inibiscono il movimento delle cellule tumorali, riducendo la diffusione delle metastasi.

L’acido ellagico, contenuto nel succo, è un antiossidante naturale, capace di svolgere un’azione antibatterica e antinfiammatoria sull’apparato intestinale, respiratorio e urinario.

La melagrana fa bene al cuore (aumenta i livelli di ossigeno) e alle arterie, migliorando la circolazione cardiovascolare; rinforza le ossa e contrasta l’artrite, previene la perdita di massa e forza muscolare; combatte l’anemia aumentando l’emoglobina nel sangue; favorisce un rallentamento dell’invecchiamento cellulare ed è utile per il benessere del cervello, migliora la memoria.

L’azione naturalmente rigenerante, rende ottimo questo frutto come base per il benessere oltre che fisico anche estetico, infatti sotto forma di olio da massaggiare è un lenitivo per la pelle, ripara i tessuti, combatte i segni del tempo, marcandone l’aspetto giovane, in sintesi è un vero e proprio alleato dell’antiage.

Recenti studi hanno confermato come il succo di melagrana abbia proprietà afrodisiache sui soggetti maschili e invece assunto dalle donne in menopausa gioca una funzione regolatrice sugli sbalzi d’umore, migliorandone i disturbi e gli stati depressivi.

Il frutto del melograno ha poche controindicazioni, è solo sconsigliato per chi soffre di acidità gastrica o problemi di reflusso, e bisogna limitarne l’assunzione se si assumono farmaci anticoagulanti.

Per il resto da ciò che abbiamo detto potrebbe davvero essere un elisir di lunga vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *