Il Rotaract ci posiziona nel podio delle Start-up Siciliane

Riportiamo di seguito l’articolo in versione integrale scritto dall’esecutivo del Rotaract Club di Niscemi. A seguito della nostra partecipazione al concorso di idee imprenditoriali Lab2110.

Era il 21 luglio 2018 quando il Distretto Rotaract 2110 Sicilia-Malta ha deciso di lanciare una competizione tra le migliori idee imprenditoriali Siciliane, finalizzata a porre un freno alla “fuga di cervelli” dalla nostra terra di origine.

In linea con la Visione di Service del Rotary International, il Rotaract si propone come linea di azione anche quella di incentivare i giovani imprenditori del territorio mettendo in palio 15.000€ da dividere equamente in tre categorie di azione sociale ed economica così distinte:

1. Accessibilità Culturale;
2. Sostenibilità Ambientale;
3. Inclusione Sociale.

A questa call, il nostro club niscemese si è immediatamente dimostrato interessato, iniziando la ricerca per selezionare i giovani che nel territorio urbano avessero un’idea d’impresa da proporre al distretto Rotaract Siciliano.

Dopo 5 mesi di ricerca e valutazione delle proposte pervenute al club, abbiamo selezionato il progetto “Paesano”, presentato dal niscemese Giuseppe Cinquerrui, che da subito ha convinto il direttivo locale come progetto idoneo alla categoria “Accessibilità Culturale”.

A quel punto abbiamo chiesto all’interessato la dovuta documentazione per la regolare partecipazione al concorso che prevedeva:

1. Un Business Model Canvas;
2. Un Business Plan o piano industriale;
3. Esperienze relative al settore;
4. Curriculum Vitae del soggetto proponente.

Con questo progetto, il territorio di Niscemi, ha trovato una grande opportunità di mettersi in gioco e di competere con il resto del territorio Siciliano, gareggiando con le grandi città e mettendo alla prova le conoscenze dei giovani del nostro territorio.

Dopo il periodo di ricezione della documentazione, abbiamo ritenuto opportuno incontrare il candidato e porgli alcune domande su cosa il suo progetto volesse realizzare e soprattutto con quali modalitàes. quali fossero i Partner coinvolti e quali le tempistiche di azione per l’attuazione dell’idea imprenditoriale, nonché i relativi costi.

Cinquerrui ci ha dettagliatamente spiegato che gestisce già un’attività commerciale di selezione di prodotto locale, trasformazione e vendita su territorio nazionale ed estero ma non è di questa realtà che tratterà nel Business Plan.

Il candidato, infatti, ha volutamente proposto un nuovo piano d’azione, che possa sfruttare gli investimenti e le conoscenze avute durante la prima attività.

In sintesi, il giovane imprenditore intendeva creare un nuovo prodotto che potesse unire più aziende e più fornitori e che potesse sintetizzare la Cultura locale, favorendo anche la collaborazione tra imprenditori.

Non è stato volutamente specifico nel descrivere questo nuovo prodotto e non siamo autorizzati a parlarne in questo articolo per specifici accordi di “Non-Disclosure” che ci impone il bando.

Possiamo solo dirvi che al termine di tutto il procedimento, il nostro club è stato l’unico della Zona Persefone a partecipare ed è stato inserito tra i 13 progetti appartenenti a 13 diverse città siciliane su 62 club service totali collocati nel territorio regionale e maltese.


In occasione dell’ultima assemblea distrettuale, tenutasi in quel di Malta l’8 e il 9 giugno, le commissioni si sono riunite e dopo un’attenta valutazione da parte di alcuni docenti dell’Università di Palermo, del consorzio ARCA e un gruppo di imprenditori, nonché dopo essere stato previamente valutato (insieme agli altri progetti presentati) dai club del distretto presenti all’assemblea, il progetto Paesano si è aggiudicato il secondo posto in tutta la regione nel settore accessibilità culturale, riuscendo a piazzarsi più in alto di città metropolitane presenti sul territorio regionale.


Per noi leggere il nome di Niscemi in classifica suscita una grande emozione e soddisfazione, siamo fieri di riscontrare che ci sono giovani che credono e investono il loro tempo e le loro fatiche (come sta facendo Giuseppe) per portare sviluppo nel territorio.


Per questo motivo, auguriamo a lui e agli altri giovani partecipanti al bando, che i loro progetti possano decollare e spiccare il volo per rilanciare questa martoriata regione depressa sia culturalmente che economicamente.

Per aiutare questa meravigliosa terra, servono giovani rivoluzionari, ci congratuliamo per questo con Giuseppe ma soprattutto con la mente di tutto il progetto, ovvero il Rappresentante Distrettuale del distretto Sicilia-Malta per l’a.r. 2018/19 Pasquale Pillitteri.

Ad maiora semper!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *